#strumenti #automazione #servizidigitali

Tempo di lettura: 5 minuti

UN’INDAGINE SUI SISTEMI DI AUTOMAZIONE ALL’INTERNO DEGLI HOTEL NE RIVELA GLI INDUBBI VANTAGGI E NE EVIDENZIA I POSSIBILI LATI NEGATIVI

Oggi, per gli albergatori che cercano di superare le moderne sfide in termini di efficienza, personale e tecnologia, l’automazione sta diventando sempre di più una soluzione di riferimento. Dai tempi di check-in più rapidi al servizio di portineria digitale, l’automazione offre infatti una serie di vantaggi che possono aiutare gli hotel a migliorare le loro operazioni e, al contempo, aumentare la soddisfazione degli ospiti. Sfortunatamente, però, non mancano gli inconvenienti.

Andiamo a vedere, nello specifico, quali sono i pro e i contro dell’automazione per gli hotel e, in particolare, qual è il più grande ostacolo all’automazione per gli albergatori.

VANTAGGI DELL’AUTOMAZIONE

L’adozione di sistemi di automazione all’interno degli hotel si sta affermando e sta crescendo così rapidamente perché offre una serie di vantaggi che aiutano gli albergatori a superare le sfide odierne. Tra questi:

 

Velocità ed efficienza: Automatizzando le attività ripetitive e dispendiose in termini di tempo, i sistemi automatizzati possono far risparmiare ore di lavoro ai dipendenti e ridurre i tempi di attesa per gli ospiti. Ad esempio, il gruppo alberghiero olandese citizenM Hotels promette il check-in di un minuto tramite la sua app mobile: un limite di tempo che i dipendenti avrebbero difficoltà a battere.

Convenienza: L’automazione offre ai viaggiatori la possibilità di servirsi da soli invece di aspettare in fila o in attesa. Gli ospiti dell’hotel possono effettuare prenotazioni e ottenere risposte alle domande utilizzando i propri dispositivi quando e dove preferiscono.

Meno errori: La tecnologia è meno soggetta a errori rispetto ai dipendenti. Ciò è particolarmente importante quando si tratta di elaborare grandi volumi di dati, utilizzati per analizzare le prestazioni e prendere decisioni.

Servizio senza contatto: Servizi come i pagamenti contactless, la messaggistica automatica e il check-in automatico riducono il contatto diretto tra ospiti e dipendenti, che continua a essere importante per i viaggiatori di oggi.

Costi ridotti: L’automazione può alleviare l’impatto della carenza di manodopera riducendo le esigenze di personale e rendendo le operazioni più efficienti.

Maggiore soddisfazione degli ospiti: Gestendo attività e transazioni semplici e ripetitive, l’automazione consente ai dipendenti di occuparsi delle esigenze più complesse degli ospiti.

Aumento delle entrate: Le offerte automatizzate per l’upgrade della camera, il check-in anticipato o il check-out posticipato possono migliorare l’esperienza degli ospiti e generare entrate incrementali.

 

SVANTAGGI DELL’AUTOMAZIONE

Sfortunatamente, anche l’automazione può avere i suoi lati negativi, soprattutto se non ben pianificata e testata. Ecco alcune delle insidie di cui gli albergatori dovrebbero essere consapevoli:

 

Reclami degli ospiti: Se la tecnologia crea confusione o è spesso fuori servizio, può frustrare gli ospiti. Una rapida ricerca di recensioni online fa emergere molti reclami degli ospiti relativi all’automazione, spesso sulla mancanza di assistenza da parte dei dipendenti quando le cose non funzionano come dovrebbero.

Mancanza di presenza dei dipendenti: Maggiore è l’automazione in un hotel, minore è il numero di dipendenti che si occupano delle esigenze degli ospiti. Ciò può influire sui livelli di servizio e togliere l’atmosfera vivace tipica degli hotel.

Costi: I sistemi automatizzati possono essere costosi da implementare e richiedere un’ampia formazione del personale e costi di manutenzione, con ritorni sull’investimento che a volte richiedono anni per essere realizzati.

Paura dei posti di lavoro persi: Se implementata su larga scala, l’automazione potrebbe potenzialmente portare a preoccupazioni per la riduzione del personale o dell’orario di lavoro per i dipendenti.

Integrazioni: Per funzionare bene, i sistemi automatizzati devono essere integrati con altre tecnologie alberghiere, il che può rappresentare un’impresa complessa e costosa.

IL PRINCIPALE OSTACOLO ALL’AUTOMAZIONE

Da un indagine presso il proprio pubblico, ReviewPro ha scoperto che il principale ostacolo all’automazione negli hotel è rappresentato dai costi. Alla domanda: “Quale pensi che sia il più grande ostacolo all’automazione negli hotel”, infatti, si sono ottenuti i seguenti risultati:

 

– Costi di tecnologia e formazione –> 45%

– La maggior parte degli ospiti preferisce essere servita dai dipendenti –> 19%

– Il personale teme che il proprio posto di lavoro venga sostituito –> 17%

– Rischio di frustrazione degli ospiti –> 17%

– La tecnologia non è abbastanza avanzata –> 2%

È interessante osservare che le preferenze degli ospiti e la sicurezza del lavoro sono un ostacolo minore rispetto ai costi. Quindi, se i costi non fossero un problema quanto potrebbero andare lontano gli hotel grazie all’automazione?

CONCLUSIONI

L’automazione può essere un ottimo strumento per gli albergatori per migliorare le loro operazioni e aumentare la soddisfazione degli ospiti. Tuttavia, è importante considerare i pro e i contro dell’automazione e i potenziali ostacoli prima di implementarla. Con la giusta pianificazione e implementazione, l’automazione può rappresentare una grande risorsa per gli hotel.

ReviewPro è leader mondiale nel settore dell’ospitalità per ciò che riguarda le soluzioni inerenti la Guest Intelligence. Fornisce analisi utili per comprendere i punti forti e i punti deboli correlati al servizio alla gestione operativa, aumentare la soddisfazione del cliente, le classificazioni sui siti di recensioni, agenzie viaggi online (OTAs), i revenue, attraverso una visione dettagliata dei dati di alta qualità e analisi avanzate.

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

Condividi il post

Articoli correlati

Sara Abdel Masih esperta di luxury management
Interviste

SARA ABDEL MASIH. LA LEADERSHIP DEL FUTURO? «EMPATICA E SENSORIALE»

Il BEAM di Bolzano, meeting che promuove lo scambio interdisciplinare nell’industria dell’ospitalità e che riunisce protagonisti del settore ritenuti innovatori, decisori e visionari, ha invitato Sara Abdel Masih come “main speaker” all’edizione 2024.

Carrello chiudi