Nella foto di copertina; Emanuele Boaretto, Direttore e F&B Manager Millepini Hotel Terme & Y-40 The Deep Joy

ARCHITETTO E ALBERGATORE, NONCHÉ PRESIDENTE DI FEDERALBERGHI TERME ABANO MONTEGROTTO DAL 2016, EMANUELE BOARETTO HA TRASFORMATO IL SUO SOGNO IN REALTÀ, CREANDO UN HOTEL CON UNA CARATTERISTICA UNICA AL MONDO

#ristorazione #hotel #apnea

Tempo di lettura: 5 minuti

di Lorena Tedesco

5 MILIONI

FATTURATO ALL’ANNO

30.000

PRESENZE ALL’ANNO

Tra Montegrotto e Abano Terme, all’interno del Parco Naturale dei Colli Euganei, si trova il Millepini Hotel Terme & Y-40 The Deep Joy, una struttura esclusiva che ha stabilito un record per una caratteristica che la rende assolutamente unica. L’hotel, infatti, è dotato della piscina termale più profonda del mondo, inaugurata il 5 giugno 2014 e progettata dall’architetto Emanuele Boaretto con il supporto del Boaretto Group Hotel & Resort. Emanuele Boaretto è anche titolare della struttura, insieme alla sua famiglia, e si occupa della gestione del comparto Food&Beverage dell’hotel.

LA PISCINA TERMALE PIÙ PROFONDA AL MONDO

Battezzata Y-40 The Deep Joy, ha una profondità di 42,15 metri, contiene 4300 metri cubi di acqua termale, con una temperatura tra i 32 e i 34°C, e presenta diversi livelli intermedi e grotte per attività tecniche. Una vera attrazione sia per gli ospiti dell’hotel, sia per sommozzatori e apneisti provenienti da ogni parte del mondo.

UN’IDEA VINCENTE

«Nel 1980 – ci spiega Emanuele Boaretto – feci i primi corsi per diventare subacqueo e da lì è nata l’idea di intercettare una nicchia di lavoro che nessuno aveva. Così, grazie alle competenze acquisite con lo studio delle attività subacquee, ho pensato di progettare e realizzare una piscina di profondità qui alle Terme Euganee, dove abbiamo circa 800 mila arrivi all’anno, così da poter avviare un’attività che fino a quel momento nessuno aveva mai preso in considerazione. Nel 2013 siamo partiti con la costruzione: oggi stiamo realizzando nuove piscine di profondità in varie parti del mondo. Cerchiamo sempre di introdurre tutti quei sistemi volti a rendere la struttura più ecologica possibile, sia nella realizzazione, sia soprattutto nel funzionamento, puntando sul risparmio energetico e sull’utilizzo di materiali compatibili».

 

th__22_8304

UN BACINO DI OLTRE 3 MILIONI DI PRESENZE ALL’ANNO

«Abano e Montegrotto Terme rappresentano il più importante bacino termale a livello europeo, con più di 3 milioni di presenze all’anno; fino a qualche anno fa accoglieva per la maggior parte ospiti tedeschi, austriaci e svizzeri, mentre oggi la maggioranza è costituita da italiani. Dal 1978 il nostro albergo termale offre una vacanza benessere a 360° e un’esperienza unica tra fangoterapia, centri estetici, spa e wellness, piscine e idromassaggi, all’insegna del turismo ecologico. Abbiamo cercato di creare una formula vincente, combinando l’acqua termale calda, quale elemento fondamentale, con il verde lussureggiante del nostro parco termale e con i sapori della nostra cucina, a base di deliziosi e salutari piatti, realizzati all’insegna della dieta mediterranea».

TURISMO ECOLOGICO

«Non abbiamo caldaie, è tutto riscaldato con le acque termali, quindi non utilizziamo gas e non produciamo CO2. La temperatura della nostra acqua a bocca di pozzo è di 87°C; per questo offriamo dei servizi che possiamo definire sostenibili, ecologici».

 

OSPITI DA TUTTO IL MONDO

«Il nostro hotel fa circa 30 mila presenze da tutto il mondo. Ad esempio, per due anni di fila sono venuti qui dall’Alaska alcuni nostri clienti appositamente per fare dei corsi nella nostra piscina e prendere il brevetto da sub. Oggi l’80% degli ospiti viene per le terme storiche, il 20% per la nostra piscina profonda, per fare dei corsi o, in caso di apneisti o subacquei, allenamento. Se si considera il periodo 2019/2022, siamo sotto almeno di un buon 20% che sarà difficile recuperare proprio a causa del carovita a livello globale».

Logo-AIFBM-nero-1532x1536

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

Condividi il post

Articoli correlati

Sara Abdel Masih esperta di luxury management
Interviste

SARA ABDEL MASIH. LA LEADERSHIP DEL FUTURO? «EMPATICA E SENSORIALE»

Il BEAM di Bolzano, meeting che promuove lo scambio interdisciplinare nell’industria dell’ospitalità e che riunisce protagonisti del settore ritenuti innovatori, decisori e visionari, ha invitato Sara Abdel Masih come “main speaker” all’edizione 2024.

Carrello chiudi