Categoria leader anche tra i vini SOLA, il vino BIO continua la sua crescita, con tassi annui vicini al 9%. Una tipologia percepita in linea con la ricerca di salute e qualità accentuata dalla fase pandemica. Salute e attenzione all’ambiente. I driver che muovono la crescita del mercato F&B di tutto il mondo sono sempre più evidenti. Enfatizzati dalla pandemia da Covid-19. Un binomio che, plasticamente, dà vita a un vero e proprio trend del biologico, in costante crescita anche in un momento di crisi dei consumi come quello odierno. Il suo successo è legato a un livello di comprensione del concetto di biologico maggiore rispetto ad altre categorie. Anche in relazione ai vini SOLA, come fa notare la ricerca realizzata dal Corriere Vinicolo. Area Studi Mediobanca, Ufficio Studi di SACE e Ipsos nel loro primo report congiunto sul settore vino post pandemia parlano di una crescita per i vini bio nel 2020 del +10,8%.

+10,8% vendita 2020 vini biologici

Fonte: Mediobanca, SACE, Ipsos

976 mln di bottiglie previsione consumi globali entro il 2023*

4% quota mercato globale in crescita prevista entro il 2024*

*Fonte: IWSR

Stime al rialzo

Già in epoca pre-Covid, IWSR stimava che i consumi globali di vino bio sarebbero saliti dai 441 mln di bottiglie del 2013 a 976 mln entro il 2023, raggiungendo una quota del 3,5%. Quota incrementa oggi da IWSR al 4% entro il 2024. Secondo lo studio di Mediobanca-SACE-Ipsos i bio attratti, altamente interessati ai vini biologici, rappresentano il 36% dei bevitori, di cui un 24% di veri e propri bio fan altospendenti.

Un tema caro all’Italia, tra i maggiori produttori al mondo di vino biologico, con una superficie certificata bio di quasi 10 mila ettari. Doppiamente caro, se si pensa che i consumatori sono disposti non solo a bere più vino bio, ma a pagarlo a un prezzo più alto. Non a caso sempre più aziende guardano con interesse a questa categoria. Anche nel mondo Horeca.

VINI SOLA E BIO

A cosa li associa il consumatore

L’8 febbraio 2012, il Comitato sull’Agricoltura Biologica UE ha approvato per la prima volta il regolamento comunitario sulla vinificazione BIO, che disciplina tecniche di vinificazione bio e uso di solfiti, introducendo in etichetta la formula “vino biologico” (prima solo “vino da uve biologiche”).

Tra i vini SOLA (Sostenibile, Organico, Low alcool e Alternativo: veg, etico, biodinamico o senza conservanti), il vino bio è quello più direttamente associato all’idea di tutela dell’ambiente e salute, oltre a essere identificato dal consumatore con una fascia prezzo più costosa.

+30% maggiorazione prezzo accettata dai consumatori

Fonte: IWSR

24% bio-fan altospendenti sul tot. consumatori vino

Fonte: Mediobanca, SACE, Ipsos

LA MARCA PROSECCO BIO

Conferma il suo dna votato alla sostenibilità anche la veneta La Marca, una delle aziende più rappresentative e di riferimento nel mondo Prosecco, che per rispondere alle richieste dei consumatori ha completato la propria gamma di spumanti con un Prosecco DOC Bio Extra Dry realizzato con uve da coltivazione biologica certificata. È uno spumante fresco e armonico, che mantiene tutte le caratteristiche organolettiche che contraddistinguono i vini La Marca, dal perlage finissimo al bouquet profumato di fiori di acacia, mela golden, ananas e arancia. La piacevole persistenza delle bollicine fa apprezzare in bocca l’equilibrio tra la componente acida del vino e quella zuccherina. www.lamarca.it

Abbinamenti

Per uno spuntino creativo e salutare, un’idea vincente è abbinarlo con avocado toast, crostini con hummus di ceci e burger vegani oppure una fresca e colorata buddha bowl.

Grado alcolico

11% vol.

Temperatura di servizio

6°-8°C

MONT’ALBANO PIONIERI DEL BIOLOGICO

Il nostro excursus non può che partire da una realtà pioniera nel campo del vino biologico. La cantina Mont’Albano, infatti, crede in questa filosofia fin dal 1985. Dall’animo friulano, dal 2008 si radica anche in Valpolicella, lavorando sui varietali tipici della zona. Il Valpolicella Ripasso DOC, da uvaggio di Corvina, Corvinone, Rondinella e altri vitigni a bacca rossa, è una delle tipologie di vini veronesi più amate. Dal colore rosso acceso tendente al granato con l’invecchiamento, al naso il bouquet è fresco, con sentori di ciliegia e mandorla amara. Al palato è ricco, vellutato e bilanciato, con un bel corpo e intensità. Oggi si presenta interamente rivisto nel packaging con un’accattivante linea vintage.

www.montalbanobio.it

Abbinamenti

Primi piatti con sughi saporiti di selvaggina, carni brasate e grigliate, formaggi stagionati e salumi.

Grado Alcolico

11% vol.

Temperatura di servizio

6°-7 °C

A PROPOSITO DI EVENTI BIO

Al via a settembre SANA 2021

Dal 9 al 12 settembre si terrà SANA 2021, 33° salone internazionale del biologico e del naturale. Tra i principali temi all’ordine del giorno anche innovazione e sostenibilità. Secondo quanto emerso dal Food Industry Monitor, a cura dell’Università delle Scienze gastronomiche di Pollenzo, le aziende del settore F&B che hanno scelto modelli di business innovativi e sostenibili hanno registrato un aumento del 4,8% dei ricavi (Cagr 2015-2019), contro l’1% delle aziende di stampo più tradizionale.

+4% Cagr aziende sostenibili

SERENA WINES 1881 BIO D’ORIENTE

Referenza biologica per Serena Wines 1881, che propone il suo Prosecco DOC Brut Bio, vino prodotto da uve di varietà Glera (85%) e per il 15% da un blend formato da Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Grigio. Dal colore giallo paglierino brillante con qualche riflesso verdognolo e dal perlage vivace, ha profumi di buona intensità con sentori floreali di fiori d’acacia e fruttati di mela gialla. Il gusto è fresco e al palato risulta gradevole ed armonico.

www.serenawines.it

Abbinamenti

Indicato come aperitivo, con antipasti in genere, primi piatti leggeri di verdure e in abbinamento al sushi.

Grado alcolico

13,5% vol.

Temperatura di servizio 16°-18 °C

MASI AGRICOLA BIO PER SOTTRAZIONE

Masi Agricola ha lanciato sui mercati internazionali “Fresco di Masi”: due referenze bio interpreti di un nuovo progetto di produzione “per sottrazione” che minimizza l’intervento dell’uomo sulla natura. «Abbiamo ottenuto due vini moderatamente alcolici e caratterizzati da un gusto di frutta fresca» ha spiegato Raffaele Boscaini, Responsabile del Gruppo Tecnico di Masi.

Fresco di Masi Rosso Verona igt, dalle note di frutta, in primis la ciliegia, e Fresco di Masi Bianco Verona igt, dal profumo di fiori di campo, con intense note di frutta bianca, sono sostenibili anche nel packaging, con tappo in sughero agglomerato con polimero naturale e privo di capsula, totalmente plastic free.

www.masi.it

Abbinamenti

Sorprendente come aperitivo e con cibi semplici della cucina mediterranea come pasta, piatti vegetariani, taglieri di salumie formaggi.

Grado alcolico

12% vol.

Temperatura di servizio 12°-14 °C

TOGNI ELEGANZA BIO

Attenzione al mondo bio anche per la famiglia Togni che inserisce una referenza biologica tra le sue bollicine dedicate al mondo Horeca, VieBulla, vino spumante di prestigio, tutto italiano, una linea classica e moderna al tempo stesso, che unisce alla tradizione le spinte creative e contemporanee del mercato attuale.

Il Brut Biologico VieBulla è un vino che si presenta con intense note di ortica, litchi e ananas, dal gusto sapido e lungo, che viene realizzato con Metodo Martinotti, a lunga fermentazione.

www.viebulla.it

Abbinamenti

È perfetto a tutto pasto, in particolare per esaltare pietanze leggere, dai sapori delicati come risotti, piatti a base di verdure, carni bianche e pesce azzurro.

Grado alcolico

11,5% vol.

Temperatura di servizio 4°-6°C

VAL D’OCA ASOLO PROSECCO IN BIO

Dall’azienda Cantina Produttori di Valdobbiadene per Val D’Oca arriva la proposta dedicata al mondo del biologico: Asolo Prosecco Superiore D.O.C.G. Extra Dry – Val D’Oca.

Prodotto con uve Glera biologiche, si tratta di uno spumante bio vegan frutto di vinificazione e successiva spumantizzazione di uve vendemmiate a mano e coltivate nel rispetto del protocollo previsto dall’agricoltura biologica.

Dal fine perlage che risale lungo il bicchiere e dall’elegante schiuma, è caratterizzato da bouquet fruttato, misto a note floreali.

www.valdoca.com

Abbinamenti

Perfetto come aperitivo e in abbinata agli antipasti, risotto allo spumante, portate a base di pesce o carni bianche.

Grado alcolico

11% vol.

CANTINA MINGAZZINI BIO SENZA SOLFITI

Certificata come Operatore Biologico dal 2016 c’è anche la Cantina Mingazzini, tra le prime in Emilia Romagna a raggiungere questo obiettivo. Il vero cambio di passo è arrivato nell’ottobre 2020, con l’introduzione di Gjove, Sangiovese Rubicone IGT biologico, primo vino senza solfiti prodotto dalla cantina romagnola sui colli imolesi, sulla scorta della grande richiesta sia da parte dei privati sia da parte dell’Horeca.

Vino non filtrato, dal colore rosso granato, con sfumature violacee, al naso svela un profumo delicatamente speziato e note di vaniglia. Al palato è secco, asciutto e armonico, lievemente tannico. www.cantinamingazzini.it

Abbinamenti

Adatto ad antipasti a base di salumi, arrosti di carni rosse, cacciagione e bistecche alla griglia.

Grado alcolico

13,5% vol.

Temperatura di servizio 16°-18°C

Lasciare riposare alcuni minuti prima di servire.

 

CANTINA ALBINEA CANALI LAMBRUSCO BIO

Se sostenibilità è la parola che più rispecchia il presente e il futuro, il Lambrusco 1936 è l’interpretazione che ne dà la Cantina Albinea Canali. Si tratta di un vino genuino, autentico, con ridottissimo contenuto di solfiti, ideale per il consumatore più attento che sceglie biologico anche al tavolo del ristorante. Con uno sguardo particolare rivolto ai giovani. Sostenibilità che si traduce anche nel dettaglio del tappo a corona.

Dal colore rubino scuro con intensi riflessi violacei, al naso risulta fruttato, con sentori di fragolina di bosco e ribes rosso, ma anche di fichi dolci settembrini e lievi note speziate. Al palato è pieno ed equilibrato, con un finale armonico e piacevole.

www.albineacanali.com

Abbinamenti

Versatile a tutto pasto, è eccellente nell’abbinamento con taglieri di salumi e formaggi accompagnati da marmellate e mostarde e si presenta ben strutturato per proseguire anche con primi al ragù, arrosti e bolliti.

Grado alcolico

10% vol.

Temperatura di servizio 12°-14°C

 

CANTINA LORENZON CUVÉE BIORESISTENTE

Ha lanciato la sua prima cuvée bioresistente anche la Cantina Lorenzon: Fysi (che in greco significa natura) è un Bianco Biologico IGT Venezia Giulia. Una cuvée di Rytos e Kretos (famiglia del Sauvignon) insieme a Soreli (famiglia del Friulano) prodotta sotto il marchio I Feudi di Romans, la linea più prestigiosa della cantina che ha sede a San Canzian d’Isonzo, nel cuore della DOC Friuli Isonzo. I fratelli Davide e Nicola Lorenzon hanno così investito su un vino bioresistente da viti PIWI, piante in grado di difendersi dalle principali malattie della vite, garantendo trattamenti ridotti al minimo.

Di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, Fysi ha un profumo di fiori bianchi e frutta tropicale. In bocca è lungo, intenso e persistente.

www.ifeudidiromans.it

Abbinamenti

Ottimo per l’aperitivo e accompagnato a ogni tipo di finger food. Perfetto con piatti a base di carni bianche, pesci di lago o mare e ottimo con risotti a base di pesce o di verdure.

Grado alcolico

12% vol.

Temperatura di servizio

10°-12°C

 

IL MERCATO DEL VINO

Ecco i nuovi dati

Se il 2020 dei maggiori produttori italiani di vino ha chiuso con un calo di fatturato del 4,1% (6,3% il mercato interno, -1,9% l’estero), le previsioni per il 2021 parlano di una crescita del 3,5%, che arriverebbe al 4,6% per la componente export.

Sono i numeri del primo report post pandemia sul settore vino prodotto congiuntamente da Area Studi Mediobanca, Ufficio Studi di SACE e Ipsos.

Crescita record per il bio, con un +10,8%: un bevitore italiano su quattro si dichiara bio-fan.

 

BAGLIO DI PIANETTO ANIMA BIO

Ha da tempo completato la conversione di uve e vini al regime biologico, nonché l’indipendenza energetica da fonti proprie e rinnovabili, la cantina siciliana Baglio di Pianetto. «La decisione di creare anche una selezione di vini naturali integrali non filtrati, senza solfiti aggiunti e ottenuti da lieviti indigeni è stata la naturale conseguenza della costante ricerca e innovazione, in coerenza con l’anima bio dell’azienda» ha spiegato l’ad Francesco Tiralongo. Novità bio per il 2021 è Grillo Sicilia DOC Biologico, vino dal colore giallo paglierino con riflessi verdolini. Dal profumo agrumato e floreale con sentori di Zagara e Macchia Mediterranea, al gusto restituisce una buona complessità minerale con una spiccata sapidità.

www.bagliodipianetto.it

Abbinamenti

Ideale come aperitivo, eccellente con i frutti di mare, crostacei e con tutti i piatti a base di pesce. Ottimo con antipasti e formaggi freschi.

Grado alcolico

12,5% vol.

Temperatura di servizio

10° C

 

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Articoli correlati

Attualità

SPIRIT

DON PAPA PORT CASKS RUM Ai primi di ottobre, presso il Dome di Firenze, è stato presentato il nuovo Don Papa Rum nell’edizione limitata di

Carrello chiudi