PIENISSIMO. Qui si cela il “segreto” di un locale di successo

Ecco svelati i due strumenti per aumentare il tuo fatturato, già presenti nel tuo locale e che non stai utilizzando.

Fare ristorazione al giorno d’oggi non è soltanto questione di qualità, di location o di servizio, ma è anche e soprattutto la capacità di saper attrarre clienti e saper vendere. Infatti, non basta che tu curi solo il prodotto per attirare clienti e portarli a spendere sempre di più. Non sei Amazon dove i prodotti si vendono da soli, ma hai bisogno di mettere in campo dei percorsi che ti permettano di vendere ai tuoi clienti, aumentando sia il valore delle transazioni, sia la loro frequenza.

Ecco il “segreto” – se lo vogliamo definire così – per mettere in piedi un locale di successo, come il mio, il Bounty di Rimini.

E sai qual è la cosa più bella? Che nel tuo locale hai già tutti gli strumenti per fare questo, ma o perché non sai sfruttarli a pieno, o perché li stai trascurando non riesci a mettere in piedi strategie valide.

Perciò in questo articolo ti farò vedere quali sono questi due motori per incrementare le tue vendite e aumentare il fatturato del tuo locale.

I due motori della vendita

Se adesso ti stai arrovellando il cervello e non riesci a individuare quali potrebbero essere le modalità e gli strumenti per incrementare le vendite all’interno del tuo locale, te li espongo nelle prossime righe. Anzitutto, sapevi che nel tuo locale ci sono già dei venditori? Non mi riferisco a uomini seriosi in giacca e cravatta che propongono ai tuoi clienti dei prodotti, mi riferisco piuttosto ai tuoi camerieri! Pensaci, sono loro che interagiscono con i tuoi clienti, accogliendoli nel tuo locale e mettendoli a proprio agio, e con le giuste modalità e motivazione puoi spingerli a proporre ai tuoi ospiti quel piatto in più, quell’abbinamento particolare che ha come diretta conseguenza quella di aumentare lo scontrino medio e quindi farti guadagnare di più. Ma non fraintendermi, non sto cercando di farti estorcere del denaro ai clienti, ma se tu trasformi i tuoi camerieri in venditori, in realtà stai offrendo al cliente un’esperienza migliore. Un cameriere che sa consigliare al cliente la giusta accoppiata tra il suo hamburger preferito e una birra artigianale ricercata cosa sta facendo? A te sta portando più soldi in cassa e al cliente sta offrendo un’esperienza memorabile. Insomma, sta mettendo in piedi un sistema “win-win” dove vinci tu e vince anche il tuo cliente. Ecco perché i tuoi camerieri sono il tuo motore principale della vendita.

Ovviamente in questo articolo ho dovuto iper-semplificare tutto il discorso che di solito affronto in maniera esaustiva nel mio corso Camerieri Venditori, per porre la tua attenzione sul fatto che, se stai utilizzando i camerieri solo per portare i piatti dalla cucina al tavolo, stai rinunciando veramente a un sacco di introiti.

Il secondo motore della vendita: il tuo menu

Ora passiamo al menu. Ti avevo detto che era il secondo motore della vendita, quello ausiliario, ma altrettanto importante. Anche per quanto riguarda il menu, c’è un’erbaccia da sradicare, ossia la convinzione che il menu sia una sorta di “elenco”, a mo’ di lista della spesa, dei piatti che servi nel tuo locale.

Il menu, però non è solo questo. Se fossi in possesso delle giuste conoscenze di marketing, capiresti che il menu, soprattutto quello digitale, in realtà è una vera e propria lettera di vendita tra le mani del tuo cliente. Perciò, al posto di strutturarlo come un catalogo, sarebbe meglio strutturarlo in maniera strategica, mettendo in risalto, magari con immagini professionali e descrizioni accattivanti che mostrino i vari abbinamenti, i tuoi piatti migliori e più remunerativi e nascondendo, invece, le portate con meno marginalità. Solo un menu impostato in questo modo può influenzare la scelta del tuo cliente con la diretta conseguenza di offrire ai tuoi camerieri gli assist necessari per tentare di far ordinare quel piatto in più, con l’immediata conseguenza di portarti più soldi in cassa.

Menu cartaceo o digitale?

Quindi, veniamo all’annosa domanda. Per ottimizzare al meglio un menu è più opportuno optare per il formato cartaceo o per quello digitale? Vanno bene entrambi, se impostati correttamente, ma la scelta più proficua ricadrà sempre sul digitale e ti spiego perché. Ormai, dopo l’esperienza pandemica e il lockdown, chiunque si è abituato a ordinare cibo online (basti pensare al boom delle piattaforme di delivery) e quindi a consultare menu digitali. Implementare il proprio locale con un menu digitale strategico significa quindi andare incontro alle esigenze dei tuoi clienti, ma anche avere uno strumento più versatile che puoi aggiornare facilmente a seconda delle situazioni, senza doverlo rimandare in stampa a ogni minima modifica.

 

Un menu per ogni occasione

Ti sfato un altro mito. Il tuo locale non dovrebbe avere solo un menu, ma più menu da mostrare a clienti diversi. Per esempio, se un cliente deve sceglierti e si trova su TripAdvisor, non gli mostrerai nel tuo menu tutti i piatti che hai, piuttosto ti concentrerai sui piatti di punta, sui piatti che dovrebbe assolutamente provare, sui piatti che dovrebbero portarlo a sceglierti! Invece, a un cliente che viene nel tuo locale ha più senso mostrare un menu completo, ma settato in modo scientifico, con i piatti di punta ben visibili, mostrati in composizione con altri piatti, in modo tale da far venire al cliente l’acquolina in bocca e la voglia di acquistarli, anche sotto consiglio del tuo cameriere. Ecco perché il menu digitale risulta la scelta migliore.

Come ottenere un menu digitale in modo gratuito Adesso immagino che tutto quello che hai letto fin qui ti abbia acceso delle lampadine, ma ti stia al contempo chiedendo: “Dove trovo un menu digitale del genere? Sarò in grado di ottimizzarlo come mi hai spiegato?”. Anche per queste domande ho una risposta. Infatti, ho deciso di condividere con tutti i ristoratori e gestori di pubblici esercizi con somministrazione la mia applicazione Pienissimo Pro nella sua versione FREE. Con Pienissimo Pro FREE sarai in grado di ottenere in poco tempo un menu digitale del tutto gratuito. Ma dove sta la fregatura? Non c’è. Ho deciso di rendere questa e qualche altra funzionalità di Pienissimo Pro gratuite, perché in realtà sono solo il 5% di tutto quello che questa piattaforma può fare.

Pienissimo Pro non è solo un menu digitale, ma è un alleato per il tuo locale capace di rivoluzionarlo in positivo e farti raggiungere il successo proprio come ho già fatto io con il Bounty e gli oltre 1000 ristoratori che attualmente la usano.

Pienissimo Pro, infatti, nasce dalle mie esigenze di ristoratore; è un’arma che metto a tua completa disposizione e che non ha nulla a che vedere con i software fatti a tavolino che puoi trovare in giro.

Perciò ti invito ad andare su questo sito e scaricare la tua versione gratuita di Pienissimo Pro Free:  https://cutt.ly/p-pro-free

Sali a bordo!

Giuliano Lanzetti

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Articoli correlati

Eventi

APPUNTAMENTO A TIRRENO CT 2023

#fiere #ospitalità #business Tempo di lettura: 2 minuti GRANDE SUCCESSO PER TIRRENO C.T. E BALNEARIA, CAPOFILA DELLA RIPARTENZA FIERISTICA POST PANDEMIA. SONO GIÀ PRONTE LE

Digital & Performance

TREND DI VIAGGIO IN HOTEL 2022

di ReviewPro #viaggi #trend #bestpractice Tempo di lettura: 4 minuti 10 PREVISIONI SULLE TENDENZE DEI VIAGGI IN HOTEL NEL 2022 E ALCUNE BEST PRACTICE PER

Carrello chiudi