Un anno difficile per il settore dell’ospitalità offre nuove spinte e opportunità per un 2021 di rilancio.

Il 2020 è stato un anno di eventi straordinari senza precedenti per il settore

dell’ospitalità: rigidi lockdown in tutto il mondo, restrizioni di viaggio, cancellazioni di voli e chiusure di hotel. Alle riaperture delle strutture ricettive nei mesi estivi, in alcuni Paesi, è purtroppo seguita una seconda ondata pandemica, che ha fatto ripiombare tutto il mondo nella desolazione e nell’isolamento dell’inizio della pandemia. Pensiamo quindi che sia necessario fare opportune riflessioni su ciò che ci è accaduto quest’anno e che ha coinvolto tutti.

La salute e la sicurezza sono divenute una priorità

Dopo che il primo, maggiore lockdown si è allentato e gli hotel hanno iniziato a guardare alla riapertura, i gestori delle strutture ricettive sono diventati molto più attenti all’igiene, alla sanificazione e alle distanze sociali. La pulizia rappresenta oggi una priorità assoluta, con gli hotel che si assicurano che i propri ospiti siano protetti disinfettando frequentemente le aree comuni, lasciando una giornata in ogni stanza tra i turni degli ospiti e fornendo disinfettante per le mani ovunque. Pertanto, l’implementazione dei protocolli per la salute, l’igiene e il distanziamento sociale è diventata ormai una questione di estrema rilevanza.

Le soluzioni automatizzate e digitali erano (e sono) più che belle da avere

Una volta stabilite nuove procedure per la salute e la sicurezza, gli albergatori hanno iniziato a pensare ad altri modi per migliorare l’efficienza delle loro operazioni. All’interno di questa categoria, abbiamo visto tre tendenze principali:

  • l’aumento della messaggistica:
    l’uso globale della messaggistica è cresciuto enormemente e i consumatori si aspettano ora di poter comunicare e gestire la propria esperienza dai propri telefoni cellulari;
  • l’urgente necessità di un’automazione efficiente:
    processi manuali non lo interrompono più;
  • il settore richiede intelligenza artificiale, chatbot e soluzioni contactless:
    il mercato ha iniziato a vedere una marea di soluzioni e scegliere quella giusta non è facile, ma molti albergatori l’hanno aggiunta alla loro lista essenziale per il 2021.

Il ritorno alle origini è sempre rilevante

Nonostante tutti i grandi cambiamenti dell’anno scorso, il principio fondamentale dell’ospitalità è ancora valido. La raccolta e la comprensione dei feedback degli ospiti è stata più che mai vitale, tanto più ora che gli ospiti sono più nervosi riguardo alla prenotazione, al viaggio e a cosa aspettarsi dal loro soggiorno.
Sebbene l’adattamento alle nuove tendenze sia importante, non dobbiamo dimenticare quanto segue:

  • una comunicazione chiara con gli ospiti è fondamentale:
    occorre metterli nelle condizioni di sapere cosa possono aspettarsi dalla struttura che li ospiterà;
  • le recensioni sono ancora d’oro:
    le persone cercheranno online ancora di più per valutare l’esperienza degli ospiti nell’hotel che hanno scelto;
  • i sondaggi possono aiutare:
    i nostri clienti, ad esempio, hanno utilizzato i sondaggi per fare il check-in con gli ospiti e assicurarsi che siano soddisfatti dei nuovi protocolli;
  • la semantica è vitale per le operazioni:
    abbiamo aggiunto nuove categorie e concetti per riflettere questa esigenza del settore.

New category: Medical & Health

Un messaggio per te da parte nostra

Con i vaccini in arrivo nella maggior parte dei Paesi e un discreto ottimismo degli esperti sui viaggi nel 2021, il settore alberghiero alla fine si riprenderà e tornerà alla “normalità”. Fino ad allora, come ha affermato di recente il nostro CEO, «dobbiamo sopravvivere oggi, per prosperare domani». Abbiamo chiesto a ogni membro del nostro team di riflettere su quello che è successo lo scorso anno e di descrivere ciò che ha imparato nel 2020, sia nella propria vita personale sia in quella professionale, oltre a lasciare un breve messaggio video nella propria lingua madre.
Ciò che ne è venuto fuori è che il 2020 è stato un anno davvero difficile per la maggior parte di loro, ma ciononostante pensano che sia importante concentrarsi sul lato positivo delle cose. Per questo motivo desideriamo augurare a tutti un inizio positivo per il 2021.

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Articoli correlati

UBRI

PIÙ FORTI DELLA PANDEMIA

HA APERTO TRE PUNTI VENDITA TRA 2020 E 2021. PESCARIA, IL CELEBRE FORMAT DI PESCE NATO A POLIGNANO A MARE, CONTINUA LA SUA CRESCITA. IL

Attualità

News dal numero di Agosto – Settembre

“ISPIRO” E “ESPIRO” LA LINEA HORECA DI BOSCA In occasione del 190° anniversario, la casa spumantiera Bosca ha concluso la prima tappa di un ampio

Carrello chiudi