INDIETRO NON SI TORNA

#sinergie #ristorazione #tendenze

Tempo di lettura: 3 minuti

Una fotografia in 5 punti dell’osservatorio UBRI per HMR sui cambiamenti registrati nel 2021

Temi, criticità, opportunità. Per capire la strada che attende il comparto della ristorazione italiana, è necessario partire innanzitutto dall’analisi del passato. Ecco dunque una panoramica dei grandi temi “strutturali” – alcuni dei quali forzati dalla pandemia – che hanno imposto modifiche di rilievo nella gestione del business dei brand rappresentati da UBRI nel corso dell’ultimo anno. Una mappa concettuale – di cui UBRI si è fatta portavoce anche nei confronti del Governo nei momenti di maggiore pressione per la categoria – che HMR con UBRI andrà ad approfondire nel corso del 2022.

LOCATION

“Andiamo in centro?” Il vecchio leit motiv è destinato a cambiare. Gli smartworkers hanno contribuito a ridefinire la distribuzione dei locali in città. Quartieri residenziali e periferie vivono una stagione di rinnovamento. Il delivery e i dehor – destinati a ridefinire i volti della città – parlano di locali funzionali e dalle metrature ridotte. Non a caso la ricerca realizzata da ENGEL & VOLKERS in collaborazione con UBRI parla di nuovi distretti – o quartieri – che siano in grado di offrire servizi a 360 gradi, locali compresi. Vere e proprie città “15 minuti”, secondo il concetto caldeggiato dalla Municipalità di Milano

ECONOMICS

Si affacciano all’orizzonte nuove opportunità di sviluppo e di finanziamento. Alcuni esempi? Il caso Illimity per Macha, prima banca a finanziare per 4 milioni di euro un progetto di sviluppo nella ristorazione. O nuove modalità basate sul crowdfunding, portato a compimento nel 2021 da Lievità, che ha raggiunto l’obiettivo di un milione di euro, caso unico e apripista nel campo della ristorazione

CRM

Il Customer Relationship Management è senz’altro uno degli elementi destinati a far parlare di sé in tema di innovazione e digitalizzazione. Pionieri come Lowengrube e Panino Giusto hanno realizzato app specifiche per profilare e dialogare con i clienti. Un tema dalle potenzialità marcate

PRODOTTO

In 3 punti: sempre più healthy, sempre più tracciabile e focalizzato sugli obiettivi dell’ agenda ONU 2030 e sempre più centrato sul monoprodotto

DELIVERY

Sarà uno dei temi caldi del 2022, irrinunciabile ma caratterizzato da tante ombre, già a suo tempo oggetto di attenzioni critiche da parte di UBRI per un bilanciamento più equo delle commissioni

Condividi il post

Articoli correlati

foto ingresso sigep
Eventi

SIGEP 2023, IEG RIUNISCE LE COMMUNITY DEL DOLCE A RIMINI

I maestri italiani della gelateria artigianale. L’eleganza e la creatività della pasticceria internazionale. Il cioccolato, dalla materia prima alle lavorazioni d’eccellenza. I lievitati e tutte le varianti del pane. L’aroma del caffè, dall’espresso ai più meditativi specialty coffee.

Carrello chiudi