È STATA UN’ESTATE ALL’INSEGNA DI SPECIALI DAIQUIRI, TIKI COCKTAIL TUTTI TARGATI RUMP@BLIC, LA GAMMA DI RUM MULTI-ORIGINE NATI DAI BARTENDER PER I BARTENDER GRAZIE ALL’EXPERTISE DI ILLVA SARONNO

#spirits #rum #innovazione

Tempo di lettura: 4 minuti

Un’attenta ricerca di blend multi origine e con differenti processi di distillazione, selezionati da esperti della mixology in sinergia con i bartender stessi. Rump@blic Mixology Line nasce con la collaborazione di un gruppo di esperti bartender, animati dalla volontà di creare i rum blend migliori per la miscelazione. La ricerca ha permesso loro di selezionare, bilanciare e testare i rum con le caratteristiche organolettiche migliori per la miscelazione. Il risultato sono blend multi-origine, perfetti per essere utilizzati nella preparazione sia dei cocktail più consumati sia di quelli più ricercati.

RUM BLEND PER LA MISCELAZIONE

La creazione di Rump@blic ha seguito uno scrupoloso processo alla cui base c’è l’esperienza di un pool di professionisti del settore, capitanati da Leonardo Pinto, esperto di rum a livello internazionale. L’assaggio delle miscele durante i test di prodotto, anche all’interno di cocktail, è stato cruciale e ha decretato i blend di Rump@blic come i più bilanciati e adatti come base per la preparazione dei cocktail, anche di quelli più sofisticati. Grazie ai palati esperti dei bartender, i blend sono stati ulteriormente perfezionati e infine approvati per le loro qualità superiori, dando vita a due blend Rump@blic: white e gold.

A PROVA DI BARTENDER

I bartender sono stati coinvolti in tutti gli aspetti del processo di creazione, anche nella realizzazione della bottiglia. Facile da maneggiare, la forma della bottiglia è pulita, dal design semplice e lineare sviluppato per i bar speed racks, il cui collo è perfetto per l’utilizzo del metal pourer.

th_2021025_white_A3v01

RUMP@BLIC WHITE BLEND

Raggiunge il suo bilanciamento perfetto grazie a due rum dalle qualità eccezionali. Da una parte il rum panamense, fortemente ancorato alla sua terra grazie alla fermentazione della canna da zucchero e alla distillazione, totalmente eseguiti in loco. L’invecchiamento in barili di rovere americano ex bourbon gli restituisce note delicatamente speziate e aromatiche.

 

Dall’altra parte un rum delle Barbados, distillato in pot still e invecchiato 3 anni ai tropici, anch’esso in barili di rovere ex bourbon americano, acquistando così maggior carattere e toni fruttati.

 

La combinazione di questi due rum lo rende un prodotto unico che riesce a dare un twist ai più conosciuti e nobili cocktail con il rum: Daiquiri, Mojito, Tiki.

RUMP@BLIC GOLD BLEND

E chi quest’estate ha voluto provare sensazioni speziate e floreali ha provato il Mojito Gold con Rump@blic Gold Blend, rum nel quale cannella, pimento e vaniglia sposano alla perfezione le note di frutta e caramello con un twist finale di spezie piccanti.

È la combinazione tra due rum. Da una parte un rum jamaicano dai toni decisi.

Dall’altra un rum panamense più fresco e floreale.

Dopo aver conquistato l’estate, la gamma Rump@ blic si amplierà dando vita ad un prodotto unico nel suo genere e che porterà nella bocca dei consumatori una nuova esperienza gustativa e palatale. Un progetto che sarà presentato e reso disponibile in autunno.

th_2021025_gold_A3v01

Condividi il post

Articoli correlati

Sara Abdel Masih esperta di luxury management
Interviste

SARA ABDEL MASIH. LA LEADERSHIP DEL FUTURO? «EMPATICA E SENSORIALE»

Il BEAM di Bolzano, meeting che promuove lo scambio interdisciplinare nell’industria dell’ospitalità e che riunisce protagonisti del settore ritenuti innovatori, decisori e visionari, ha invitato Sara Abdel Masih come “main speaker” all’edizione 2024.

Carrello chiudi