Claudio Catani

#gestione #f&b #previsioni

Tempo di lettura: 5 minuti

UNA TECNICA CHE CI PERMETTE DI FARE UNA PREVISIONE UTILIZZANDO IL DATO STORICO CORRELATO

Creare un “forecast”, o in altre parole una previsione razionale, basandosi sul calcolo della regressione lineare permette di individuare con una certa precisione dati che altrimenti resterebbero un’incognita. Una misurazione che è possibile grazie all’analisi di due dati tra loro correlati. Se la semplice correlazione mostra, però, solamente che i due dati si muovono insieme, la regressione ne misura il grado numerico e la sua variazione.

 

ALCUNI ESEMPI

Spieghiamo meglio questo concetto utilizzando alcuni esempi:

 

n° camere occupate vs. coperti ristorante

 

n° camere occupate vs. auto in garage

 

n° camere occupate vs. ombrelloni in spiaggia

Questa tecnica ci permette di fare una previsione, utilizzando il dato storico correlato conosciuto, ottenendo di conseguenza il dato incognito.

IL COMPARTO F&B

La creazione e pianificazione puntuale di un forecast fornisce indubbi vantaggi sul piano gestionale. Offrendo numerosi benefici nella programmazione e nella definizione delle strategie. Anche in ambito F&B. Ipotizziamo infatti un’incognita in ambito ristorativo la cui soluzione arriva proprio dall’utilizzo di un forescat realizzato con la regressione lineare: quanti coperti farà quel determinato outlet il prossimo sabato, sapendo che l’hotel ha “x” camere occupate?

           I VANTAGGI DELLA CREAZIONE DI UN FORECAST

  • programmare turni dello staff al meglio per evitare situazioni di forza lavoro superiore alle effettive necessità oppure situazioni di disservizio per mancanza di personale
  • programmare acquisti e il relativo carico di lavoro della cucina
  • attuare strategie di revenue management efficaci in termini di Revpash agendo sulle leve di pricing e duration management
  • gestire al meglio i costi del marketing indirizzando gli investimenti sulle risultanze del forecast
  • monitorare il cash flow aziendale

Claudio Catani, Vice President Operations del gruppo alberghiero FH55 HOTELS. In passato ha ricoperto la carica di Vice President Hospitality Division ICON Srl, GM del Brunelleschi Hotel di Firenze e di Cluster GM del Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio, premiato nel 2015 quale Top General Manager of the Year Worldwide. Ha inoltre rivestito il ruolo di GM del Bentley Hotel di Genova oggi Meliá Hotel. Ha frequentato la School of Hotel Administration della Cornell University di New York, conseguendovi il master in Revenue Management & Hospitality Marketing.

.

.

.

.

.

Seguici sempre sui nostri social

InstagramFacebookLinkedin

Condividi il post

Articoli correlati

Sara Abdel Masih esperta di luxury management
Interviste

SARA ABDEL MASIH. LA LEADERSHIP DEL FUTURO? «EMPATICA E SENSORIALE»

Il BEAM di Bolzano, meeting che promuove lo scambio interdisciplinare nell’industria dell’ospitalità e che riunisce protagonisti del settore ritenuti innovatori, decisori e visionari, ha invitato Sara Abdel Masih come “main speaker” all’edizione 2024.

Carrello chiudi