UN NUOVO STUDIO DI CGA BY NIQ SVELA I TREND DI CONSUMO DELLE BEVANDE ALCOLICHE IN ITALIA. IL 56% SCEGLIE LA BIRRA

#birra #analisi #tendenze

Tempo di lettura: 4 minuti

Con l’arrivo della stagione estiva cresce il consumo delle bevande nel fuori casa e si evidenziano precise tendenze. Dalle ultime rilevazioni di CGA by NielsenIQ in merito alle preferenze di consumo degli italiani risulta che la bevanda alcolica più apprezzata nel Bel Paese è la birra, scelta dal 56% dei consumatori.

LE OPZIONI DI SCELTA

Secondo lo studio di CGA by NIQ, la birra made in Italy incontra il favore del 70% degli intervistati, la birra importata raggiunge quota 41% e la birra artigianale il 37%, con il 40% di tutti i volumi di birra proveniente da 10 principali macro brand. Inoltre, analizzando gli andamenti e le quote di mercato per le 4 Aree NielsenIQ, la classifica delle top 5 birre cambia da regione a regione, indice del fatto che in Italia vi sono significative differenze nel modo di consumare la birra.

56%

ITALIANI CHE SCELGONO LA BIRRA

NEI CONSUMI FUORI CASA

66%

ITALIANI CHE SCELGONO LA BIRRA

BIONDA (VS 26% ROSSA)

BIONDA E ALLA SPINA

Tra gli stili di birra, la bionda è scelta dal 66% dei consumatori italiani mentre il 26% opta per le rosse. In merito alla modalità di somministrazione, oltre la metà (56%) dei consumatori preferisce il servizio alla spina, il 42% sceglie le specialità in bottiglia e il 2% quelle in lattina. Infine, tra gli italiani, il 42% sceglie una gradazione alcolica media, il 23% leggera e solo il 10% preferisce un’alta gradazione.

BIRRA SÌ, MA QUANTO ALCOLICA?

LA SCELTA DEI CONSUMATORI ITALIANI…

GRADAZIONE ALCOLICA

LEGGERA           

     23%

MEDIA         

           42%

 ALTA           

          10%

Fonte dati CGA by NIQ: Beer Report, 2023-2024 e Consumer Pulse Report, febbraio 2024

CONSUMO CONSAPEVOLE

Le analisi di CGA by NIQ rivelano anche una crescente tendenza alla moderazione, con il 64% dei consumatori di birra italiani che intende disciplinare il proprio consumo di alcol nei prossimi 12 mesi. La maggiore attenzione a un consumo responsabile da parte degli italiani sottolinea una più alta consapevolezza del benessere psicofisico e comporta una dinamicità nell’offerta. I produttori, infatti, devono innovarsi per adattarsi all’evoluzione delle preferenze dei consumatori e salvaguardare le quote di mercato, offrendo proattivamente alternative che incontrano la tendenza alla moderazione, comprese le opzioni no e low alcol.

TIPOLOGIA DI BIRRA CONSUMATA

Fonte dati CGA by NIQ: Beer Report, 2023-2024 e Consumer Pulse Report, febbraio 2024

ALLA SPINA, IN BOTTIGLIA O IN LATTINA?

 

56% preferisce la birra alla spina

 

42% preferisce la birra in bottiglia

 

2% preferisce la birra in lattina

Seguici sempre sui nostri social

Instagram – Facebook – Linkedin

Condividi il post

Articoli correlati

Prospettive

CONSUMI BEVERAGE 2024 AVVIO A RILENTO

Nonostante il contesto, i dati di crescita prossimi allo zero con i quali si è aperto il mercato beverage 2024 non impensieriscono, però, gli analisti.

Carrello chiudi